Significato dei chakra

  • 2 min read
significato dei chakra

Significato dei chakra. Sono un’indicazione del pieno potenziale di ogni persona. Essi indicano che l’uomo può trascendere i suoi limiti individuali. La scienza ha generalmente accettato che l’uomo utilizza molto poco del suo potenziale e iI chakra sono un’indicazione del pieno potenziale di ogni persona. Essi indicano che l’uomo può trascendere i suoi limiti individuali.

La scienza ha generalmente accettato che l’uomo utilizza molto poco del suo potenziale e i chakra sono chiari indicatori di questo fatto. Il più basso dei chakra dell’ uomo, Mooladhara, rappresenta il livello d’uomo dove ci sono forti limitazioni sia nella conoscenza e nella capacità di agire. I Chakra superiori mostrano come l’uomo possa progressivamente superare le attuali limitazioni e superare se stesso, o meglio, oltrepassare le attuali concezioni di se stesso. I Chakra superiori rappresentano livelli più alti nella gamma di comprensione, armonia, gioia, identificazione e conoscenza.

I chakra rappresentano i poteri della coscienza che si trovano all’interno della gamma delle potenzialità di ogni essere umano. Essi mostrano che la realtà del macrocosmo esiste all’interno del microcosmo dell’uomo secondo la ben nota massima dal Vishwasara Tantra:

“Ciò che è qui è là, ciò che non è qui non esiste.”

I chakra definiscono il percorso che ogni persona deve percorrere per realizzare il suo pieno potenziale. Loro sono, in un certo senso, un modello o una guida per l’apertura della mente in ogni suo strato.

Se volessimo identificare il significato dei chakra, potremmo dire che,  definiscono il percorso che ogni persona deve percorrere per realizzare il suo pieno potenziale. Loro sono, in un certo senso, un modello o una guida per l’apertura della mente in ogni suo strato.

E ‘impossibile spiegare il progressivo “volo” dell’uomo nella coscienza più elevata sia in termini logici e che di intelletto. Il processo è alogico. Così è, non è né logico nè illogico; trascende entrambi questi termini. Pertanto, gli antichi rishi, i santi, gli yogi, i saggi, i tantrici, i veggenti, i saggi, qualunque sia il nome che si desidera utilizzare per descrivere queste persone illuminate, formularono l’ascesa verso stati più elevati e superiori di coscienza sotto forma di diagrammi simbolici dei chakra e di sahasrara.

Hari Om Tat Sat

Parte del testo è tratto dallo studio e dalla traduzione di : A Systematic Course in the Ancient Tantric Techniques of  Yoga and Kriya.
Swami Satyananda Saraswati