Mantra Om

  • 3 min read
mantra om

Il Mantra OM o meglio AUM (il dittongo AU nella lingua sanscrita si pronuncia O).
La pratica di meditazione che descriveremo ora è il canto Aum. È possibile scrivere un’enciclopedia su questo argomento, ma considerando l’ elettrizzante brevità del mantra Aum, cercaremo di ridurre i dettagli  al minimo.

Tutti i Mantra iniziano con OM :

Così tanto si potrebbe dire su questo mantra, e andare così contro alla sua natura breve, definendolo semplicemente come il suono di Aum, ma cercheremo  comunque di non causare una eccessiva elaborazione mentale dando troppe spiegazioni. Infatti, l’unica cosa che si dovrebbe dire è: AAAAAAUUUUUUMMMMMM.

Questa pratica è così semplice da  spiegare, in realtà, ma i benefici e l’esperienza che può portare sono profonde. Il mantra Aum è il re dei mantra. L’esperienza del significato di Aum porta automaticamente alla massima comprensione di tutti gli altri mantra, che hanno delle limitazioni, se così possiamo dire,  in quanto sono destinati a fini specifici o a particolari tipi di persone. Invece il mantra Aum  è totalmente “non-specifico”. Può essere praticato da tutti.

Il mantra Om non è solo una mono sillaba. E’ un suono che è stato realizzato dagli antichi rishi nei più alti stati di meditazione. E’ per questo motivo che la continua ed intensa consapevolezza di Aum può, a sua volta, portare l’aspirante spirituale  agli stessi stati di consapevolezza dei saggi che lo hanno realizzato.

Aum secondo la Mandukya Upanishad, che è un testo antico ben noto che si occupa esclusivamente del significato e dell’importanza di Aum, si dice che: “La sillaba Aum è l’universo è Brahman (l’assoluto) E’ il tempo – passato, presente e futuro. E’ anche ciò che trascende il tempo….”

Poi continua dicendo: “Questo Sé, che è uno con Aum, ha tre aspetti, e al di là di questi tre, ce ne è uno indefinibile … il quarto.”

Continua poi con l’assegnare i significati alle tre diverse parti del mantra Aum e all’ Aum come un tutt’uno indivisibile. Tutto ciò è riassunto come segue, mantenendo una corrispondenza a livello macrocosmico e microcosmico:

  • E’ il mantra cosmico Aum che unisce l’esistenza limitata con l’illimitato.
  • E’ l’ Aum che si fonde con il microcosmo con il macrocosmo, l’individuale con l’universale.
  • Aum funge da ponte. Il testo si conclude con queste parole: “.
  • Il quarto, il Sé, è Aum.  È indicibile e al di là della mente. In esso è avvolto l’universo… chi veramente conosce l’ Aum, il Sé, diventa il Sé”.
MicrocosmoMacrocosmoStato di Esperienza
Sillaba ‘A’ Corpo fisico individualeUniverso materialeStato di veglia; percezione solo del mondo esterno attraverso i sensi
Sillaba ‘U’ Mente individualeMente cosmicaStato di sogno; percezione delle impressioni mentali
   
Sillaba ‘M’ Consapevolezza intuitiva a livello individualeCoscienza substrato dell’universosonno profondo; esperienza di beatitudine e di conoscenza rivelatoria
   
Sillaba ‘AUM’  nel suo complesso Atman (Self)Brahmanquarto stato (turiya); di là di ogni concettualizzazione
   

Hari Om Tat Sat

Parte del testo è tratto dallo studio e dalla traduzione di : A Systematic Course in the Ancient Tantric Techniques of  Yoga and Kriya.
Swami Satyananda Saraswati

Orientiamo.com