Asana e la coscienza

  • 2 min read
asana e la coscienza
Asana e la coscienza.

Lo scopo principale delle asana è di aiutarci a percorrere la via verso la coscienza superiore in modo che possiamo cominciare a capire e  conoscere il nostro rapporto con l’esistenza.

Non possiamo nemmeno  considerare di raggiungere  una  maggiore consapevolezza, se siamo malati, con malattie, dolori o depressione mentale. Pertanto, lo scopo iniziale di praticare asana è di eliminare tali afflizioni e disturbi.

Le Asana sciolgono le articolazioni del corpo, allungano e tonificano i muscoli e rimuovono i veleni che tendono ad accumularsi nelle varie parti del corpo. Armonizzano il sistema nervoso e con un leggero massaggio migliorano il funzionamento di tutti gli organi interni come il cuore, i polmoni, organi addominali, ghiandole endocrine, vasi sanguigni e così via. Questo porta lentamente ma inesorabilmente ad una migliore salute fisica possibile.

Le asana esercitano una profonda influenza sul complesso mente-corpo. La pratica regolare di asana aiutano a essere padrone della mente e del corpo, non schiavi. Un bel corpo, di un body builder senza una mente corrispondentemente sviluppata, è insufficiente, come una mente altamente intellettuale contenuta in un corpo debole, malato. L’ideale è quello di avere sia il corpo che la mente sana.  Questo è l’obiettivo delle asana yoga, così come dello yoga.

Asana e unione

La pratica delle asana non deve essere separata dagli altri aspetti dello yoga. Si tratta di una parte integrante delle tecniche di yoga con lo scopo di condurre ciascuno di noi ad una maggiore consapevolezza. Questo è stato il motivo per cui gli antichi saggi fondatori dello yoga hanno sviluppato le asana e le altre pratiche yogiche. Anche se questo  oggi è scarsamente  considerato. Gli antichi Yogi hanno trasmesso i normali limiti della mente e del corpo. Il loro obiettivo era quello di trascendere l’io per raggiungere l’auto-realizzazione.

Quando i dolori e disturbi del corpo vengono rimossi e si è emotivamente e mentalmente rilassati, allora si cessa automaticamente di essere coscienti del corpo fisico e della superficialità della mente.

In questo modo, le catene dell’ individualità possono essere rilasciati e la propria vera natura – pura, infinita e tutta la coscienza che tutto pervade – può essere rilasciata.

Parte del testo è tratto dallo studio e dalla traduzione di : A Systematic Course in the Ancient Tantric Techniques of  Yoga and Kriya.
Swami Satyananda Saraswati